I nutrienti che interferiscono direttamente con la tua gravidanza - Gravidanzafacile | Scopri cosa mangiare per aumentare la fertilità

I nutrienti che interferiscono direttamente con la tua gravidanza

I nutrienti che interferiscono con la gravidanza sono reali e sono spesso presenti sulle nostre tavole.

E’ triste verificare come l’infertilità sia diventata un problema  così comune tra le persone più giovani, specialmente negli ultimi anni. Tuttavia sono scettico su ciò che l’industria farmaceutica ha costruito intorno a questa condizione.

Dalla prospettiva di nutrizionista, incoraggio chi ha problemi di infertilità ad analizzare i comportamenti che precedono  il concepimento o il mancato concepimento, rispetto

ai cibi che assumono, all’esercizio che praticano e allo  stile di vita che conducono.

Vediamo qui di seguito come si può migliorare in modo netto la fertilità attraverso la nutrizione di segnale e quali sono i nutrienti che interferiscono con la gravidanza.

Il nutriente chiave per la gravidanza, è di sicuro la proteina, dalla quale derivano gli elementi fondamentali della vita.

Le proteine animali sono considerate proteine complete o ad elevato valore biologico; questo significa che contengono tutti gli amminoacidi essenziali che noi non possiamo produrre nel nostro organismo e che dobbiamo introdurre attraverso l’alimentazione di tutti i giorni. Essi sono presenti nella carne (rossa e bianca), nelle uova, nel pesce, nel latte e nei suoi derivati.

Poi ci sono le proteine vegetali, presenti in semi oleosi, frutta secca, legumi e in minima parte nei cereali integrali e negli pseudo cereali (come la quinoa).

Questi piccoli semi che contengono un enorme potenziale  Di crescita e di vita per le piante, sono vitali anche per la crescita di un bambino. Una combinazione di proteine animali e vegetali è la ricetta fondamentale per la vita.

 

spices 2105541 1920 300x200 - I nutrienti che interferiscono direttamente con la tua gravidanza

 

 

I grassi essenziali sono un altro nutriente vitale per lo sviluppo del bambino, pertanto una dieta a basso contenuto di grassi o senza grassi, non solo non aiuta ma potrebbe rivelarsi una scelta irresponsabile.

Ogni cellula del nostro corpo è racchiusa in una membrana formata da acidi grassi omega 3, omega 6 e omega 9.

Il complesso delle vitamine B è fondamentale per la crescita mentre l’acido folico è determinante per lo sviluppo della spina dorsale e per l’intero sistema nervoso.

Se al bambino non viene fornito acido folico in quantità sufficiente dalle riserve della madre, il rischio di disturbi neurologici come la spina bifida aumenta enormemente.

I medici raccomandano per le donne in gravidanza, un’assunzione di 400 UI (unità internazionali) di acido folico ogni giorno, anche se i nutrizionisti spesso prescrivono una quantità doppia che è una dose ancora sicura e garantisce l’assorbimento completo da parte della madre. I cibi più ricchi di acido folico sono le verdure a foglia verde scuro, incluso il cavolo, gli spinaci, gli asparagi, la verza, i broccoli e i piselli.

Si trova in abbondanza anche negli estratti di lievito.

La carenza di zinco può costituire una causa nutrizionale di infertilità. Donne che hanno assunto la pillola anticoncezionale per un tempo lungo (diversi anni), possono avere livelli di zinco sierico completamente azzerati.

Esso si trova nei cereali integrali come l’orzo, il riso integrale, il miglio, l’avena, nei frutti di mare e nel pesce, nella carne rossa, nel pollame, nelle uova, nel formaggio e nel latte.

L’anemia con carenza di ferro può incidere sulle capacità di procreare. Quando si hanno difficoltà a concepire e si è stati vegetariani per un certo numero di anni o si è sofferto di anemia in passato, bisognerebbe effettuare le analisi del sangue per determinare se il livello di ferro ematico possa essere un fattore che contribuisce al problema.

Gli alimenti più ricchi di ferro da includere nella dieta giornaliera sono le albicocche, le prugne, l’uva sultanina, verdure a foglia verde scuro come il cavolo riccio, il crescione, il prezzemolo, la verza, la rucola e i cavoletti di Bruxelles.

Anche la carne contiene ferro ma se non voglio mangiarne kili e kili giornalmente, posso scegliere tra diversi alimenti di origine vegetale. Se necessario integrare il ferro è meglio utilizzare quello colloidale anziché il solfato di ferro (la prescrizione classica dei medici) che non è assorbito bene e può provocare costipazione.

Al tuo sogno di diventare mamma

 

Show Buttons
Hide Buttons
Cookie Policy Privacy Policy